Blog

Azienda Vitivinicola Caggiagrande | Conoscere il vino dal colore

Osservando con attenzione il colore del vino è possibile trarne indicazioni su aspetti tecnici, che vanno oltre alla descrizione della tonalità. E’ possibile infatti conoscere la varietà di uva utilizzata, l’età del vino, il tenore alcolico, la concentrazione, la provenienza, la tecnica di vinificazione e anche lo stato di salute del vino stesso.

Come conoscere un vino dal suo colore?

Per conoscere un vino dal suo colore è sufficiente riempire il bicchiere per un terzo, inclinarlo contro uno schermo bianco ed osservarlo con attenzione. L’analisi è sicuramente più semplice per i vini rossi, mentre per i vini bianchi la “lettura” risulta più difficoltosa in quanto i segnali analitici visivi sono più deboli e l’occhio fa molta fatica ad individuare sfumature di colore.

Le 4 zone e le informazioni del vino

conoscere il vinoRiempito il bicchiere di vino e inclinato verso uno schermo bianco, è possibile notare 4 zone di colore differenti dalle quali si evincono informazioni interessanti.
Sarà possibile infatti osservare 4 zone.
La zona centrale, in base alla ricchezza del colore, indica il livello di concentrazione del vino.
La fascia immediatamente sterna alla zona centrale fornisce informazioni sulla limpidezza  e sul colore dominante del vino.
Il bordo interno, ma localizzato fuori dalla fascia esterna, con le sue differenti gradazioni di colore, permette di risalire all’età del vino.
Il bordo più esterno, in relazione alla sua stabilità cromatica, indica invece fino a che punto il vino resiste all’ossigeno dell’aria.

Le conclusioni per una corretta “lettura del vino”

Dopo aver indicato la tecnica per conoscere il vino dal suo colore, è necessario fissare alcuni punti.
I vini rossi più anziani hanno un colore caratterizzato da una marcata differenza tra la zona centrale e il bordo esterno.
I vini rossi giovani possono avere un bordo violaceo.
Nei vini rossi evoluti i bordi sono aranciati.
Con l’invecchiamento i vini bianchi diventano più scuri, mentre i vini rossi diventano più chiari.
I vini bianchi giovani possono avere un bordo esterno con riflessi vagamente verdi.
I vini bianchi dolci hanno una zona centrale più scura rispetto a quelli secchi.